Il portatile è allo sfascio

Quest’era videoludica è senza dubbio la migliore, grazie alla presenza di svariate console e tantissime tipologie di giochi. Sul mercato abbiamo delle console per ogni esigenza, da quelle più hardcore fino a quelle casual, ed il mercato è in continuo aumento. Tra non molto s’aggiungeranno altri due novità, il Nintendo 3ds e Sony PSP2. Facendo un due più due però, non è difficile accorgersi che qualcosa sta cambiando il mondo delle console portatili in modo colossale. Parlo della presenza dell’Iphone e del suo enorme potenziale nel campo dei videogiochi. Il parco giochi del telefonino (ma parlo anche del lettore mp3, l’Ipod) è davvero enorme ed in continua espansione. I giochi sono venduti a prezzi relativamente molto bassi, con dei continui sconti o mettendoli gratis e non sono quasi mai troppo impegnativi o dotati di una trama complicata da seguire. Il più delle volte si presentano sotto l’aspetto dei semplici arcade con aggiunte fisiche, infatti basta guardare i migliori titoli per questa periferica sono tutti dei giochini da pochi euro come Angry Birds, Mega Jump, SandSlides, Bubble Ball, Chop Chop Runner e cosi via. Come è lecito aspettarsi da una nuova periferica però sono arrivati anche dei titoli hardcore, come ad esempio Rage, Metal Gear Solid, Tomb Raider, Assassin’s Creed ecc… Molti dei titoli sono dotati di una grafica bruta, capace di stupire anche i più scettici. Il gameplay dei giochi è semplice, intuitivo e funzionale.


Il punto d’arrivo è che grazie al mercato che Apple ha messo su, le console portatili rischiano di fallire. Potrà sembrare solo un punto di vista, ma è cosi. Il mercato dei portatili è legato in modo fortissimo alle console casalinghe, e quindi i giochi spesso e volentieri hanno una profondità che su un portatile non serve e non ci sta. Parlo naturalmente dei titoli più importanti come Metal Gear Peace Walker, dove la trama è la linfa vitale, God of War, dove la componente narrativa è molto importante e cosi tanti altri titoli. La maggioranza dei titoli per il mercato portatile necessita di un’attenta visione e comprensione, ed è proprio questo il difetto di queste console. Un individuo non si metterà a giocare ad un titolo impegnativo mentre sta in fila in un negozio e alla posta, ma lo farà a casa sua. Quindi dov’è il portatile?

L’Iphone/Ipod invece, dannno un divertimento veloce e divertente. Il costo di un Ipod Touch è di 239 euro, ma ti da molto più di una PSP o del Nintendo ds. Con l’Ipod ascolti la musica con una qualità alta, navighi nel web e hai una miriade di applicazioni per tutti gusti. Questa differenza di prezzo come avete visto viene ricompensata in altre fature che rendono l’Ipod ciò che lo ha reso famoso.

Qualcuno sostiene che il mondo dell’Apple non influenzi per niente o in maniera approssimativa quella delle console portatili, ma non è vero. Il mercato Portatile si è letteralmente abbattuto contro un muro di prezzi bassi, giochi facili, ma geniali e chissà se riuscirà a sorpassarlo. Se Sony e Nintendo vogliono seriamente battere il mercato Apple allora dovrebbero creare più minis con dei prezzi agressivi, sconti continui e tanta pubblicità.

Il mercato sta cambiando, ma non è per forza un male.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: